Non hai articoli nel carrello.

Non hai articoli nel carrello.

Loading..

Product was successfully added to your shopping cart.

5

Product was successfully added to your comparison list.

Borse con catarifrangente

IL CATARIFRANGENTE CHE È PIACIUTO A VOGUE

La borsa è più di un semplice accessorio: è uno strumento della vita quotidiana, ogni donna lo sa. Ultimamente lo stanno imparando anche gli uomini con smartphone, tablet e portafogli sempre più grandi. Le borse ci accompagnano nella nostra routine, cambiano forma, dimensione, peso nel corso della giornata, ma sono sempre fedelmente attaccate al nostro fianco. Per questo è importante che siano pratiche, funzionali al nostro stile di vita. Noi ad esempio amiamo spostarci a piedi. Sarà che viviamo in un gran bel posto: aria fresca, pulita, profumata, poco traffico, niente smog, niente inquinamento luminoso: di notte puoi ancora alzare il naso per aria e guardare le stelle. Però quanto cammini o vai in bicicletta lungo la strada di notte meglio che stai attento a farti vedere dagli automobilisti. Il problema degli investimenti, purtroppo, ha dimensioni molto rilevanti: ogni anno in Europa circa 1.600 pedoni e ciclisti muoiono investiti da un auto. Il dato è più che allarmante se consideriamo che magari non siamo tutti ciclisti… ma sicuramente siamo tutti pedoni! Così ci è venuto in mente di applicare un catarifrangente alle nostre borse in telone camion. Si tratta del classico catarifrangente salvaporta, applicato al bordo esterno della borsa: un dettaglio di valenza funzionale, che contribuisce anche all’originalità estetica delle nostre creazioni perché… siamo stati i primi ad utilizzarlo! E pensate che l’idea è piaciuta anche a Vogue.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

BORSE CON CATARINFRANGENTE

Un catarifrangente sulla borsa aumenta davvero la sicurezza dei pedoni? Ovviamente senza la dovuta attenzione da parte degli automobilisti e grande prudenza da parte dei pedoni, il catarifrangente non basta, ma di certo aiuta. La visibilità notturna varia molto a seconda della tipologia delle luci e della presenza o meno di un elemento catarifrangente. Guardate l’infografica qui a lato. Di notte, con i fari abbaglianti riusciamo vedere oggetti e persone in un raggio di circa 150 metri, se questi però sono dotati di elementi catarifrangenti possiamo avvistarli già da 300 m di distanza. Con i fari anabbaglianti, invece, la visibilità notturna è molto ridotta e difficilmente riusciamo ad accorgerci della presenza di una persona sulla strada prima di arrivare a 50 metri di distanza. Con un catarifrangente il raggio di visibilità arriva fino a 100 metri. Considerati i tempi di reazione e di frenata queste differenze possono rivelarsi decisive Pensaci quando cammini.





 
 
 
 
 
 
 
 
 

Borse belle e funzionali, disegnate per camminare con te nella vita di tutti i giorni.